Il comparto carta e tissue si configura come uno dei più importanti settori industriali del panorama economico italiano.

SAM ERP2 è un sistema ERP di 2° generazione progettato e sviluppato proprio in base alle specifiche esigenze delle imprese italiane che operano in questo settore.

Le sue funzioni consentono infatti di gestire in modo ottimale non solo i processi amministrativi e commerciali, ma anche tutte le esigenze legate all’acquisizione delle merci, al loro stoccaggio, alla loro trasformazione, ai controlli di qualità, alla rintracciabilità e alla tracciabilità, in piena conformità con le normative vigenti e le esigenze aziendali.

SAM ERP2, che comprende una completa gestione della logistica avanzata (con supporto degli standard INDICOD “UCC/EAN-128” “SSCC”), è uno strumento fondamentale anche per certificare la qualità dei processi aziendali e dei relativi prodotti in tutta la filiera integrata (Certificazioni FSC, PEFC, Ecolabel, Moca).

SAM ERP2 è un potente ERP di ultima generazione realizzato da Centro Software per la gestione completa e integrata delle aziende del settore carta e tissue. Sicurezza, controlli qualità, tracciabilità e rintracciabilità, controllo di tutta la filiera, gestione dei processi di vendita e tentata vendita, rapporti con la GDO, gestione dei lotti e delle scadenze, organizzazione dei magazzini e della logistica interna ed esterna, etichettatura, bar-code, picking, trasporti, calcolo dei margini contributivi netti… sono solo alcune delle funzioni che rendono il prodotto perfettamente adattabile a tutte le imprese del settore carta e tissue, di grandi o piccole dimensioni, produttive o commerciali.

 

 

Rapporti con la GDO

Le complesse regole commerciali dei rapporto con la GDO sono riproducibili con efficacia all’interno dell’area Vendite di SAM ERP2, dove è possibile impostare e gestire compiutamente diversi livelli di applicazione di prezzi, “n” sconti su ogni riga, multi agente, promozioni sul documento, premi su periodo. La possibilità di posizionare campagne in periodi specifici e fissare target anche per mix di prodotti, oltre a rappresentare un eccellente strumento di gestione e controllo del prezzo reale di vendita, consente alla Direzione commerciale di guidare brillantemente la forza vendita.

L’integrazione di tutti i principali standard EDI (Euritmo, Edifact...) permette di recuperare efficienza nella gestione dei flussi documentali limitando al minimo l’intervento manuale.

Acquisizione Ordini

SAM ERP2 consente una perfetta sincronizzazione tra domanda e disponibilità del prodotto. Grazie agli strumenti EDI e ai portali web operativi è possibile raccogliere in modo snello ordini e forecast. La gestione del “piano previsioni vendite” consente di programmare gli approvvigionamenti (acquisti o produzione di finiti o semilavorati) in modo disgiunto o congiunto con il reale portafoglio ordini, anche in assenza di ordini effettivi e con il sistema predisposto per la gestione di “programmi di consegna” e “ordini aperti”.

 

 

Magazzini e Logistica Interna ed Esterna (EAN, UCC, SSCC...), Etichettatura, Picking

Identificazione e localizzazione immediata del prodotto, ottimizzazione degli spazi e dei percorsi di movimentazione con relativo conseguente abbassamento dei tempi medi di preparazione ordini, miglioramento del servizio al Cliente grazie al drastico abbassamento delle non conformità dovute al picking. Gestione vani e relative caratteristiche dimensionali e “anticontaminazione”, creazione e gestione delle UDC, etichettatura SSCC. Gestione DDT Packing List, DESADV ecc.

Gestione Processi di Vendita (e SFA)

La migliore integrazione della forza vendita all’interno dei processi di business aziendali si ottiene adottando le procedure di Sales Force Automation e Tentata Vendita. Questo strumento consente un forte recupero di efficienza nella condivisione dei nuovi “prospect”, dei “giri visita” e del recupero del credito; è inoltre possibile coinvolgere più facilmente la forza vendita nelle attività previste dal CRM aziendale (interviste, prenotazioni, canvass, ecc.). È previsto un eccellente “sistema di vendita veloce” (Ordini, Fatture, DdT) che partendo dallo storico del venduto semplifica il riordino, oltre alla possibilità di elencare Articoli sostitutivi e Articoli Alternativi per ogni articolo, da usare in fase di vendita. È disponibile la gestione del magazzino “targa/furgone” con le procedure di trasferimento rapido di quantità e lotti.

Organizzazione dei Viaggi e Listini dei Trasportatori

È possibile l’ottimizzazione dell’organizzazione dei trasporti memorizzando i dati rilevanti per ogni punto di carico/scarico: caratteristiche degli automezzi richiesti, orario ritiro, necessità di sponda idraulica, dimensioni e peso, ecc. nonchè la gestione dello scambio pallet col cliente e il trasportatore. La classificazione degli automezzi e la gestione dei listini del trasportatore con emissione automatica degli ordini di acquisto del trasporto con “prefattura automatica” da sottoporre ai fornitori stessi, completano integrazione con il controllo di gestione per il calcolo dei costi accessori. L’integrazione con MapPoint e Google Maps consente un puntuale e veloce controllo del percorso e dei km effettivi.

 

 

Elaborazione MRP a "ciclo chiuso" MRPII (Schedulazione e Capacità Finita - FCS)

Consente la migliore assegnazione dei lavori alle risorse aziendali, con previsione delle date di consegna e della disponibilità dei prodotti non solo in base alla pianificazione degli ordini (MRP-I), ma anche delle reali capacità produttive dell’azienda; il sistema tiene quindi conto di macchine, impianti, calendari, priorità e delle relazioni che esistono tra fasi di lavorazione, celle di produzione e reparti o centri di costo, con particolare attenzione alla gestione dei formati, in modo da organizzare al meglio i setup.

Per un controllo immediato e completo sono disponibili le “liste di dispacciamento” (sequenze di lavoro su ogni risorsa produttiva), l’analisi delle “code” e i diagrammi di Gantt per ogni O.P., sui quali è possibile intervenire graficamente per modificare la schedulazione, oltre che per elaborare e memorizzare i diversi piani di schedulazione. La piena configurazione delle “euristiche” consente di ottenere la miglior pianificazione dell’utilizzo di impianti e risorse, bilanciando, ad esempio, i tempi di setup rispetto alle date di consegna attese, grazie alla possibilità di accedere velocemente a diversi scenari prima di “congelare” il piano da “dispacciare”, anche automaticamente, alle postazioni MES e di monitoraggio.

Il Controllo Produzione in Tempo Reale

La possibilità di gestire ricette, cicli di lavorazione, calendari fabbrica e manutenzioni permette un efficace pianificazione delle linee di lavorazione e delle fasi di conto terzi. Il MES (Manufacturing Execution System) consente di monitorare l’avanzamento di produzione integrando a “bordo linea” le funzioni relative ai cicli di campionamento e controllo qualità, mentre la gestione delle caratteristiche dei lotti permette di proporre sempre all’operatore l’utilizzo delle materie prime più idonee. Il collegamento con magazzini automatici, celle di carico, magazzini “silos” e la gestione integrata delle movimentazione con terminali WiFi completano la gestione della produzione operativa.

Tracciabilità e Rintracciabilità

La qualità dei prodotti non è solo frutto di ottimi processi di produzione, ma anche della cura con cui vengono controllati l’origine e l’utilizzo delle materie prime. I controlli qualità definibili per tipologia di prodotto e la gestione dei lotti consentono di rispondere alle esigenze delle certificazioni FSC/PEFC/Ecolabel/Moca.

Manutenzione degli Impianti Produttivi - Industria 4.0

Il concetto di Business Continuity, ossia la capacità di continuare a erogare prodotti o servizi senza interruzioni, è fondamentale in un settore in cui oltre alla necessità di garantire tempi certi di produzione e consegna si aggiungono anche quasi sempre problemi di deperibilità delle merci.

La manutenzione predittiva o preventiva degli impianti è uno dei fattori che concorrono a diminuire il rating di rischio per ovviare a questa eventualità. Il CMMS (Computerized Maintenance Management System) consente di gestire la manutenzione degli impianti e delle attrezzature aziendali proponendo gli interventi di “revisione”, “sostituzione” o “riparazione” prima che si manifestino irregolarità di funzionamento e permettendo di pianificare per tempo i “fermi impianto” per le operazioni di manutenzione nei momenti più appropriati, ottimizzandone quindi l’utilizzo, in piena conformità con le direttive WCM (World Class Manufacturing).

 

Il modulo CMMS è integrato con l’ERP tutto il flusso è automatico: al superamento dei limiti previsti il sistema propone o emette un ODM (Ordine Di Manutenzione), che a sua volta contiene la distinta base con le informazioni necessarie al manutentore per prelevare i ricambi ed eseguire i lavori (codice ricambi, tipologia lubrificante, tempo stimato per il lavoro, immagini o link a pagine web, specifiche tecniche, ecc.).
Un aspetto importante di questa funzione software è che per ottenere la massima efficacia deve essere interconnessa con dispositivi elettronici che consentono il dialogo in tempo reale tra l’ERP e gli impianti produttivi (ad es. la scheda elettronica “Black Box C4” progettata da Centro Software) ed è quindi uno dei primi passi che le imprese possono fare per entrare nel mondo Industry 4.0, usufruendo inoltre dei super-ammortamenti.

Controllo Qualità (Conferimenti, Laboratori Interni/Esterni, HACCP, Strumenti...)

L’integrazione delle norme ISO e Vision2000 permette di gestire in modo efficiente la Qualità aziendale durante i normali flussi operativi, senza operazioni aggiuntive o asincrone, in piena ottemperanza al controllo del prodotto (definizione dei Piani di Controllo per ogni articolo e in ogni fase; livelli di collaudo personalizzabili; associazioni tra Criticità Prodotti e Classi dei Fornitori; configurazione degli automatismi per il passaggio di livello collaudo). Ogni conferimento di materia prima, ad esempio, può essere sottoposto a Misurazione e Analisi, nel laboratorio interno, con protocollazione della “staffetta”, eventuale apertura di Non Conformità automaticamente collegata al processo di acquisto (determinazione del prezzo in base alle caratteristiche rilevate, declassamento ecc.) e alla contabilità fornitori.

Margine Contributivo Netto (anche in base a rese, cali peso, stagionature, sottoprodotti)

Nel settore carta e tissue il calcolo del margine contributivo netto risente di alcune dinamiche legate dalla diversa resa delle materie prime in funzione di temperatura e umidità relativa, nonché ad altri fattori, tecnologici e ambientali, che condizionano il ciclo produttivo. La corretta gestione dei cali peso, legati alla quarantena/stagionatura dei prodotti, e la computazione dei sottoprodotti ottenuti dalla lavorazione del prodotto principale, sono quindi entrambi necessari per completare la definizione del costo industriale e rendere consistente il calcolo dei reali margini contributivi.

Conclusioni

SAM ERP2 è un sistema completo che consente di gestire in modo integrato tutti i processi aziendali: ACQUISTI, PRODUZIONE, C/TERZI attivo e passivo, movimentazione e stoccaggio MERCI, CONSIGNMENT, CRM, collegamenti ON-LINE con la filiera produttiva e commerciale, AMMINISTRAZIONE, TESORERIA, gestione FINANZIARIA, controllo di GESTIONE, ecc.

gdo

La scheda tecnica, di cui è possibile gestire versioni e date di validità, consente di gestire particolarità di prodotto e specificità per singolo cliente/commessa, garantendo di rispondere in modo puntuale alle esigenze di tutti i clienti. La logistica integrata consente di gestire la materia prima anche come lotto/matricola con tutte le informazioni tecniche e gestionali indispensabili per l’avanzamento della commessa e per evitare inutili movimentazioni che spesso generano errori. Lo schedulatore integrato FCS (Finite Capacity Scheduling) e il MES (Manufacturing Execution System), consentono di verificare, programmare e consuntivare gli impegni non solo delle risorse tradizionali (centri di lavoro, squadre di montaggio e/o di collaudo) ma anche degli uffici tecnici (che spesso, se mal organizzati, rappresentano il “collo di bottiglia” dell’azienda).