Questa sezione raccoglie alcune domande ricorrenti (Frequently Asked Questions) poste dagli utenti dei prodotti SAM ERP2 sul modulo ERP Fatturazione Elettronica.

  1. Quando è possibile stampare il libro cespiti?
  2. Come si procede per una alienazione o dismissione cespiti?
  3. Come è possibile elaborare un bilancio contabile compreso della quota di ammortamento evitando però di scaricarli definitivamente?

1 - Quando è possibile stampare il libro cespiti?

Nelle versioni ERP2 attualmente in manutenzione (4.2 e 5.00) si può stampare il libro cespiti indifferentemente prima o dopo lo scarico definitivo degli ammortamenti. L’unica differenza sarà questa:

  • Se gli ammortamenti non sono ancora stati scaricati, la stampa del libro cespiti si lancerà contestualmente all’elaborazione degli ammortamenti stessi, utilizzando l’icona dell’anteprima di stampa e scegliendo la modalità di stampa necessaria: Se esponendo i valori Fiscali, Civili o Industriali - Se in ordine di Categoria o di Centro di Costo – Se dettagliata per Cespite, Anno di Acquisto o Categoria L’impostazione visualizzata cliccando su Anteprima di Stampa, è quella di default:
  • Se invece gli ammortamenti sono già stati resi definitivi, è necessario utilizzare l’apposita icona nella griglia dei cespiti, che ci permetterà di stampare tutti gli anni memorizzati su SAM dopo il rilascio della funzionalità.

    Vista la funzionalità del programma, la possibilità di stampare in ogni momento il libro cespiti e la possibilità di scaricare le registrazioni in prima nota per poter redigere sempre un bilancio corretto, il consiglio rimane quello di non chiudere definitivamente i cespiti fino a che non è stato depositato il bilancio. Questo allo scopo di evitare tutti i controlli fondamentali per l’eliminazione degli ammortamenti scaricati per errore.

 

Torna su

 

2 - Come si procede per una alienazione o dismissione cespiti?

Ogni cespite può essere successivamente venduto o “dismesso”, dove per “dismissione” si definisce un’operazione che non comporta fattura di vendita, come ad esempio il furto, la perdita o la distruzione accidentale. Il tutto è gestito dalla funzione di ALIENAZIONE: dalla gestione dei cespiti ci si posiziona sul cespite oggetto di alienazione e si attiva la relativa funzionalità

Dalla gestione Alienazioni , tramite il tasto funzione “Nuovo” si attiva la maschera in cui imputare i dati relativi all’alienazione:

La vendita o alienazione del cespite può essere completa o parziale:

  • Se TOTALE, si dovrà spuntare l’opzione VENDITA TOTALE e nel tabsheet Alienazioni Fiscali/Civili/Industriali troveremo i dati relativi a tutto il cespite in modo che venga correttamente alienato.
  • Se PARZIALE, l’opzione dovrà rimanere “non spuntata”. Il programma, nel tabsheet Alienazioni Fiscali/Civili/Industriali, indicherà i dati relativi alla parte di cespite alienata, calcolandolo sulla base della quantità venduta. Tali importi saranno editabili in modo che si possa indicare esattamente la parte di cespite che viene alienata.

Si evidenziano i campi:
Importo di Vendita = il valore a cui il bene viene ceduto, utilizzato poi per il calcolo della minu/plusvalenza. Quantità venduta = dato obbligatorio che indica il numero dei pezzi venduti e su cui si basa il calcolo della diminuzione fondi/valore in caso di vendita parziale. N° e Data fattura = dati obbligatori per indicare la variazione nel libro cespiti.
CALCOLO AMMORTAMENTO
Amm.to Ordinario e Anticipato = da spuntare qualora si decida di calcolare l’ammortamento di un cespite alienato per il tempo di permanenza in azienda.
Mesi Riferimento Amm. = per il calcolo della quota ammortamento per l’esercizio in corso.
Alla conferma dell’ Alienazione, tramite il tasto funzione OK , è automaticamente calcolato l’importo della mini/plusvalenza

Confermando i dati di Alienazione sono richieste le specifiche per procedere con il rilevamento contabile della minu/plusvalenza:

E’ opzionale generare automaticamente:

  • la registrazione contabile di Minu/Plusvalenza
  • la registrazione contabile per la chiusura dei fondi ammortamento

entrambe secondi i conti compilati nelle apposite voci della finestra.
Qualora manchi un dato fondamentale per la registrazione, il programma lo segnalerà. L’alienazione verrà registrata anche nell’apposita gestione visualizzando la riga appena inserita: riga consultabile, ma non modificabile.

 

 

Torna su

 

3 - Come è possibile elaborare un bilancio contabile compreso della quota di ammortamento evitando però di scaricarli definitivamente?

Vista la funzionalità del programma, la possibilità di stampare in ogni momento il libro cespiti e la possibilità di scaricare le registrazioni in prima nota per poter redigere sempre un bilancio corretto, il consiglio rimane sempre quello di non chiudere definitivamente i cespiti fino a che non è stato depositato il bilancio. Questo allo scopo di evitare tutti i controlli fondamentali per l’eliminazione degli ammortamenti scaricati per errore. Per scaricare le registrazioni contabili relativi agli ammortamenti del 31.12.20xx o di un qualsiasi periodo intermedio (es. mese – bimestre – trimestre – quadrimestre – semestre – ecc.) si può procedere così:

  • Cliccare sul pulsante “Elaborazione Ammortamenti” e compilare i filtri di selezione indicando la data a cui si desidera venga fatto il calcolo dell’ammortamento.
  • Per scaricare la quota ammortamento in contabilità SENZA chiudere definitivamente i cespiti è necessario:
    • spuntare l'operazione "REGISTRAZIONE EXTRA CONTABILE DI PRIMA NOTA"
    • scegliere una data di registrazione e (in caso di differenza tra valori civili e valori fiscali), con quali quote effettuare la registrazione
    • scegliere una casuale per lo scarico in contabilità della registrazione


    ATTENZIONE:
    Se si vuole scaricare una sola registrazione “spot” per l’elaborazione del bilancio, al 31.12 o a qualsiasi altra data, il programma dirà che verranno cancellate tutte le altre registrazioni contabili dello stesso esercizio fatte con la stessa causale. Questo per evitare registrazioni doppie all’interno dello stesso periodo. Tali registrazioni potranno essere trasformate in “Composte” dalla griglia di contabilità tramite l’apposita icona

    Saranno così trattate come registrazioni contabili a tutti gli effetti, ignorando così il fatto che i cespiti non sono ancora chiusi definitivamente. Questa operatività è utilizzata soprattutto per Il bilancio ne terrà quindi conto e avremo la possibilità di cancellarle senza impedimenti, qualora ci si rendesse conto che i cespiti necessitano di alcune modifiche prima della stampa e della chiusura definitive.
    Se invece si preferisce avere una registrazione per periodo (es. mese – bimestre – trimestre – quadrimestre – semestre – ecc.), per redigere i bilancini infrannuali, è opportuno flaggare “CON REGISTRAZIONE DI STORNO”. Supponendo di fare registrazioni mensili per bilancini di controllo mensili, il programma farà:

    • una registrazione EXTRACONTABILE nella data indicata (es. 31.01.2019)
    • una DI STORNO, sempre EXTRACONTABILE nel giorno successivo (es. 01.02.2019)

    Al 28.02.2019 il programma farà:

    • una registrazione EXTRACONTABILE al 28.02.2019 comprendente il calcolo dell’ammortamento dal 01.01.2019 al 28.02.2019 N.B. il bilancio al 28.02.2019 risulterà corretto perché presente la registrazione di storno EXTRACONTABILE del 01.02.2019
    • una registrazione di storno EXTRACONTABILE al 01.03.2019 perché il sistema dello scarico mensile di quote possa continuare senza intoppi

    E così via fino al 31.12

Se si è optato per scaricare la registrazione degli ammortamenti con una registrazione extracontabile, poi trasformata in “Composta", quando arriverà il momento di fare la chiusura definitiva dei cespiti, si potrà semplicemente scegliere l’opzione “AMMORTAMENTO DEFINITIVO SENZA REGISTRAZIONE DI PRIMA NOTA” Questa opzione chiuderà l’anno senza intervenire nelle registrazioni contabili.

 

Torna su