Fare Business Intelligence (BI) significa cercare, raccogliere, organizzare e interpretare tutti i dati reperibili nel sistema informativo (e nelle fonti esterne disponibili) e trasformarli in informazioni utili per controllare meglio i processi aziendali e accrescere il proprio vantaggio competitivo, rendendo disponibili tutte le informazioni strategiche e statistiche in modo automatico o semi-automatico a chi svolge mansioni direttive o decisionali.

Poiché i concetti di “informazione” e di “significato” sono legati strettamente all’ambiente in cui si opera, ogni dato può essere interessante o trascurabile a seconda del tipo di situazione che si desidera analizzare o controllare e la BI ha in genere un duplice utilizzo:

  • estrazione di informazioni implicite e nascoste (che vengono rese disponibile e utilizzabili),
  • individuazione di schemi (pattern) che consentono di individuare e descrivere fenomeni statistici.

Questo tipo di attività, già cruciale in ambito scientifico, è diventata oggi fondamentale anche per un migliore approccio alle problematiche commerciali e produttive, dall’analisi delle relazioni con i clienti (CRM) o in ambito risorse umane, fino all'individuazione di comportamenti anomali nei processi industriali.

Il modulo “Business Intelligence e Data Mining” di SAM ERP2 è uno strumento avanzato utilizzabile anche da chi non è dotato di specifiche conoscenze statistico-informatiche. Grazie anche a Power BI, un servizio di analisi aziendale prodotto da Microsoft che fornisce visualizzazioni interattive e funzionalità di business intelligence con un'interfaccia semplice e intuitiva, il modulo di Centro Software consente di creare dashboard per analisi performanti e consistenti a fronte di grandi moli di dati aziendali e mette inoltre a disposizione un potente strumento di distribuzione automatizzata e profilata dei report.

Tramite un menu iniziale di scelta rapida (in cui è possibile scegliere se creare una nuova statistica o caricarne una esistente) si ha quindi la possibilità di:

  • organizzare i dati estratti in formato visuale e puntuale grazie a grafici interattivi e griglie pivot, da cui è possibile produrre immediatamente esportazioni in tutti i più comuni formati di reportistica (excel, xml, testo, ecc.);
  • avere accesso a un cruscotto di riepilogo delle statistiche generate per semplificare la navigazione tra diverse analisi (è inoltre possibile comandare la visibilità e lo stato dell’invio, per ogni analisi);
  • creare mail template, formattando oggetto e testo del corpo, da associare all’invio automatico (con opzione di comando invio unificato delle analisi schedulate alla stessa pianificazione temporale per uno stesso destinatario);
  • impostare la condivisione pubblica o privata delle statistiche per gestire l’eventuale visibilità dei report salvati con tutti gli utenti.

 

business intelligence
business intelligence
business intelligence